Browsing Category:Servizi

apple-certified-technical-coordinator

Le opportunità professionali delle certificazioni Apple

Diventare un tecnico capace di operare agevolmente nell’ambito delle tecnologie Apple costituisce non solo una importante occasione di crescita professionale e una scommessa ad aumentare le proprie competenze, ma anche una sicura strategia di investimento per aumentare in modo significativo il proprio business. La casa di Cupertino, infatti, offre ad un mercato sempre più esigente prodotti di altissima qualità, che sono sempre più adottati da privati, ma anche da grandi aziende. Conseguire delle certificazioni rilasciate da Apple significa allora entrare a pieno titolo in un mercato in forte espansione, in cui determinate professionalità sono molto richieste.

Come conseguire una certificazione Apple

Un universo complesso e variegato, come quello dei prodotti a marchio Apple, necessita di competenze ben determinate, strutturate e, naturalmente, specializzate: a ciò servono le diverse certificazioni che l’azienda americana offre ai tecnici che superano i previsti esami. Un professionista che volesse conseguire l’attestato può prepararsi studiando il materiale didattico disponibile o seguendo i corsi organizzati da alcuni enti e guidati da istruttori. Il superamento della prova dà diritto al tecnico al conseguimento della certificazione Apple, valida in ogni parte del mondo, e grazie alla quale può operare da libero professionista o all’interno di una azienda, offrendo alla propria clientela la sicurezza di affidarsi ad un tecnico serio e competente.

L’Apple Certified Technical Coordinator

La certificazione di ACTC, acronimo di Apple Certified Technical Coordinator, è destinata ad amministratori di sistemi entry-level di piccole o medie dimensioni ed è tesa a valutare non solo le capacità tecniche, ma la comprensione delle funzionalità alla base della gestione di server e reti; la figura professionale di riferimento, dunque, è un coordinatore tecnico che abbia dimestichezza con Mac OS X. Il conseguimento dell’Apple Certified Technical Coordinator si indirizza ai tecnici che siano già in possesso della certificazione Apple Certified Support Professional e che siano in grado di lavorare su OS X e OS X Server.

0 Comments
Share
Servizi

Supporto on site

supporto-on-site

Criteri di scelta di una macchina digitale

Il mercato delle macchine digitali è molto variegato: server, computer, hardware, dispositivi mobili e tutto ciò che può costituire l’architettura di una rete IT sono largamente disponibili. Orientarsi nell’acquisto può a volte rivelarsi particolarmente difficile, data la quantità di aziende fornitrici e dei prodotti che possono avere caratteristiche tecniche e performance anche molto simili. Quale parametro scegliere? Se l’affidabilità della casa costruttrice è un criterio fondamentale, occorre anche valutare attentamente il servizio di assistenza nel caso in cui si riscontrasse un difetto di fabbricazione o si verificasse un malfunzionamento o un guasto durante l’utilizzo.

I vari servizi di assistenza

Vari sono i servizi di assistenza offerti dalle case costruttrici, ma anche dai fornitori di servizi digitali. Se quasi tutti offrono un approccio telefonico erogato attraverso un help desk, solo alcune aziende più solide e specializzate propongono un supporto on site, spesso l’unico in grado di risolvere i problemi che dovessero sorgere nella vita della macchina. Si pensi, ad esempio, ad un componente hardware guasto: una qualunque assistenza offerta a distanza, anche attraverso l’ausilio di computer remoto, risulterebbe vana ed insufficiente; al contrario, un pronto intervento o la sostituzione temporanea della macchina abbatte notevolmente i tempi, permettendo all’azienda o al privato di riprendere la normale attività.

I vantaggi di un supporto on site

Il supporto on site consiste nell’assistenza che viene offerta a domicilio, sul luogo dove il dispositivo è installato, ma può comprendere anche il servizio di trasporto in laboratorio e riconsegna qualora l’intervento non fosse risolutivo ed occorresse provvedere alla sostituzione delle parti difettose. Un supporto on site può occuparsi di vari problemi, dalla configurazione del software ai problemi di sicurezza a nuova installazioni. Nella maggior parte dei casi si tratta di un servizio di assistenza oneroso, per la cui valutazione andrebbero considerati i benefici e messi in relazione con il costo orario dell’intervento e della chiamata.

0 Comments
Share
visibilita-in-tempo-reale

L’importanza delle strategie di marketing

Secondo un celeberrimo adagio, la pubblicità sarebbe l’anima del commercio; tale principio vale ancor di più oggi, con il mercato globale e la necessità di intercettare velocemente i clienti ed attuare delle strategie capaci di fidelizzare la clientela. Garantire alla propria azienda una visibilità in tempo reale non permette solo di sponsorizzare i propri prodotti, ma si rivela efficace per coinvolgere maggiormente il cliente, che esige una esperienza di qualità sempre più alta. Del resto, l’espansione del business su scala mondiale, ma anche la possibilità di fare acquisti online, obbliga le imprese ad adattarsi alle innovazioni, fosse solo per restare competitive.

Visibilità in tempo reale sul mercato

Secondo recenti sondaggi, oltre il 50% degli imprenditori considera la visibilità in tempo reale del proprio prodotto uno dei migliori investimenti possibili: sfruttare le tecnologie digitali, così, diventa un mezzo performante per migliorare lo “speed to market”. Social network sites, ma anche blog e pagine dinamiche, oltre alle classiche campagne pubblicitarie online, sono i principali canali entro cui giocare questa nuova sfida commerciale, che tuttavia necessita di due fattori che sarebbe un grave errore sottovalutare: oltre, infatti, a predisporre un budget sufficiente, capace di far fronte alle varie campagne promozionali e al costante aggiornamento dei canali di comunicazione, occorre elaborare preventivamente una strategia integrata, verificabile a scadenze temporali precise.

Visibilità delle apparecchiature tecnologiche in tempo reale

Una azienda che basi il proprio business sul digitale, tuttavia, ha bisogno di ben altra visibilità: è necessario, infatti, monitorare costantemente l’infrastruttura informatica e la qualità dei servizi erogati, in modo da poter provvedere alla riparazione e, quando possibile, prevedere un malfunzionamento che potrebbe arrecare conseguenze anche molto dispendiose. I programmi di system monitor, ad esempio, vengono incontro a tali esigenze permettendo un controllo costante delle macchine in tempo reale.

0 Comments
Share
virtualizzazione-desktop

La virtualizzazione desktop per ottenere il massimo dalle proprie risorse informatiche

Sarebbe sconvolgente per un imprenditore pensare che le risorse della propria azienda non vengono impiegate in tutte le loro potenzialità. Pur tuttavia è ciò che può accadere con le macchine che compongono l’infrastruttura informatica: pur di fornire ad ogni dipendente una propria postazione di lavoro con una macchina fisica, magari non si bada a sfruttarne appieno le prestazioni. Grazie alla virtualizzazione, ovvero alla condivisione della stessa macchina da parte di più utenti, tuttavia, le aziende possono essere in grado di rendere il lavoro più efficiente, di esercitare un costante controllo sui dispositivi e soprattutto abbattere significativamente i costi di gestione, di assistenza, e di aggiornamento software.

Più computer virtuali, una sola macchina

Maggiore libertà per i lavoratori, che possono accedere al proprio lavoro in modo semplice e veloce con qualsiasi dispositivo, maggior controllo delle spese, maggiore efficienza: ecco i principali vantaggi della virtualizzazione desktop. Tale tecnologia consente di creare più computer virtuali attraverso l’utilizzo di un software installato su una sola macchina fisica. In estrema sintesi, basterà avere un monitor, un mouse ed una tastiera, senza alcun bisogno del case: tutto sarà supportato da un solo computer, o meglio da un server, capace tuttavia di ristornare all’utilizzatore la stessa interfaccia e la stessa esperienza a cui era abituato.

Vantaggi e implicazioni della virtualizzazione desktop

Molteplici sono gli aspetti positivi insiti nella virtualizzazione desktop: l’utilizzo, nelle varie postazioni, delle sole periferiche aumenta esponenzialmente la loro durata, relegando al solo server tutta la potenza di calcolo; inoltre la piattaforma è estensibile e l’accessibilità è garantita ovunque e con qualunque dispositivo connesso. Di contro, tale tecnologia necessita di una infrastruttura IT particolarmente sviluppata e potente, adeguatamente progettata, e soprattutto di un piano di disaster recovery molto efficiente, dal momento che un guasto del server centrale provocherebbe l’immediato blocco totale dell’azienda. Ricorrere allora alla VDI, resta, pertanto, un investimento molto oneroso da valutare con attenzione.

0 Comments
Share
Servizi

Archiviazione dati

archiviazione-dati

Necessità di archiviazione dati e pericolo di perdita

La quantità di dati, di informazioni e di contenuti multimediali che si ha necessità di archiviare in modo sicuro cresce in modo esponenziale: fatture, contatti di clienti e fornitori, progetti in corso, studi di settore, documenti finanziari, best practices si sommano giorno dopo giorno e rischiare di perderli si tradurrebbe in un danno economico di proporzioni potenzialmente molto vaste. Eppure il pericolo di non poter accedere ai dispositivi di salvataggio è concreto: dischi ottici e chiavette USB si danneggiano o si usurano in modo inesorabile e spesso imprevisto ed occorre prendere le contromisure ricorrendo ad un backup periodico.

Archiviazione di dati e backup

Archiviazione dei dati e backup non ineriscono il medesimo significato: mentre il secondo, infatti, consiste in una copia di contenuti per la cui importanza sono da preservare, il data archiving riguarda la conservazione a lungo termine di file che potrebbero essere soggetti a cancellazione volontaria dopo un arco di tempo, come ad esempio i modelli fiscali, e che al contempo devono essere sempre accessibili con un sistema di ricerca. Di solito, per archiviare i dati in modo sicuro, si ricorre a dischi o altri supporti fisici capaci di garantire, almeno nominalmente, una durabilità ammontante a diversi decenni.

I principali dispositivi di archiviazione dati

Molteplici sono i sistemi di archiviazione dati: i parametri per orientarsi in tale vasto panorama sono rappresentati dalla longevità del dispositivo, dalla sua resistenza e capacità, ma anche dalla convenienza economica. I principali supporti ottici, quali CD, DVD e hard disk sono rapidamente ascesi in popolarità perché rappresentano una soluzione molto vantaggiosa dal punto di vista dei costi, ma sono soggetti ad usura o a cadute accidentali, destino comune anche alle memorie flash. Se una buona soluzione è offerta dallo storage cloud, non si può non constatare il ritorno al classico nastro magnetico, connubio perfetto di capienza, efficienza energetica e durabilità.

0 Comments
Share
trasformazione-digitale

La trasformazione digitale: qualche numero

Con la nomenclatura di “trasformazione digitale”, spesso si tende a sottovalutare il grande impatto sociale, economico, culturale che sta avvenendo ad un ritmo sempre maggiore da vent’anni a questa parte: si calcola che vi siano 2,5 miliardi di utenti connessi ai social network sites ed oltre 75 miliardi di dispositivi capaci di navigare su internet. Tali numeri, seppur impressionanti, non rendono tuttavia piena giustizia alla digital transformation in corso, che investe non solo il mero settore tecnologico, ma impone un nuovo modo di organizzare il lavoro aziendale e, almeno fino a qualche tempo fa, ha obbligato le imprese ad adattarsi ai nuovi strumenti per evitare di restare indietro nel mercato globale.

Un profondo cambiamento

Smartphone connessi in una rete aziendale, computer e mac sempre più tecnologici, impianti ICT, server di rete, cloud: la trasformazione digitale è tutto questo, ma vi è anche dell’altro. Non fornisce, infatti, solo il supporto tecnologico, ma offre l’opportunità per le aziende sia del settore pubblico che di quello privato, piccole o grandi, a reinventare il proprio modo di fare business, con un cambiamento che interessa la comunicazione, il marketing, il settore commerciale, ma soprattutto il rapporto tra il cliente e l’impresa, inducendo cambiamenti a tutta la struttura aziendale.

Opportunità di crescita o necessità di adattamento?

La trasformazione digitale è oramai vista come una occasione di crescita per il proprio business da parte di quelle aziende che fino a poco tempo fa erano costrette ad adattarsi al cambiamento in corso in nome della competitività. La crescente presa di coscienza verso una revisione dei processi di produzione si concretizza non solo nella formazione o nell’acquisto di macchine, ma soprattutto nella ideazione e progettazione di soluzioni digitali che coinvolgano il cliente, magari con l’erogazione di servizi online o perseguendo una politica di customer satisfaction capace di aprire nuovi flussi di profitto.

0 Comments
Share
Servizi

Servizi online

servizi-online

Sfruttare le potenzialità del web per offrire maggiori servizi

Velocità di reazione, accessibilità, facilità di utilizzo, efficienza e capacità di risoluzione di un problema: il mondo imprenditoriale è soggetto a profondi mutamenti portati dalla digital transformation e le aziende devono tenere in debito conto i parametri sopra elencati per ricercare la soddisfazione della clientela, nel costante tentativo di allargare il proprio business. Venire incontro alle esigenze dell’utente sempre più oberato di impegni, cercando di offrire online i medesimi servizi normalmente erogati, costituisce una eccellente strategia per estendere la clientela ad un bacino molto più esteso garantendo, al contempo, la stessa qualità e professionalità che caratterizzano la normale attività offline.

Il valore aggiunto dei servizi erogati online

Fornire la possibilità di accedere a servizi online al proprio bacino di utenza, non significa solo semplificarne l’accesso a chi ne usufruisce, ma implica un conseguente ammortamento economico anche per l’azienda, che non dovrà gestire, ad esempio, un ufficio capace di ospitare diverse persone, con il relativo personale necessario al disbrigo pratiche: si pensi, ad esempio, ai servizi di una segreteria universitaria o di una agenzia della motorizzazione. Si dovrà, però, provvedere a creare una architettura digitale ed alla formazione di professionisti capaci di rispondere in modo veloce ed esaustivo alle diverse esigenze dell’utenza: condizione indispensabile per i servizi online è che essi costituiscano un valore aggiunto e non inficino la qualità accessibile normalmente.

Accesso ai servizi online

I servizi online, per loro stessa definizione, utilizzano la rete internet per connettere azienda e cliente nel disbrigo della pratica: ciò si concretizza nella possibilità per un utente di accedere comodamente a tali servizi in qualsiasi momento o ovunque si trovi, utilizzando un dispositivo capace di navigare su internet. L’accesso, in totale sicurezza per evitare violazioni alla privacy o furti di identità, avviene dopo aver inserito nel portale le credenziali: il nome utente è generalmente scelto dal cliente ed è abbinato univocamente ad una password.

0 Comments
Share
sistemi-di-monitoraggio-proattivo

L’assistenza tecnica nell’era del digitale

La digital transformation in atto da oltre un ventennio sta portando importanti mutamenti non solo nel modo di espletare il lavoro e di riorganizzare i cicli produttivi all’interno delle singole aziende, ma impone nuovi modelli in vari settori. Tra di essi, sicuramente quello che maggiormente sta subendo profonde trasformazioni è quello dell’assistenza tecnica. I motivi che sottostanno a tali mutamenti non sono da ricercare in un più immediato rapporto di fiducia tra azienda e cliente, ma anche nella crescente necessità di ambo le parti di poter avere una elevata reazione e, proporzionalmente, tempi contenuti di intervento.

È possibile prevenire un guasto?

L’insorgere di un malfunzionamento o di un errore di configurazione può rivelarsi molto fastidioso: e se lo è per un utente privato, costretto a dover contattare il personale specializzato e magari attendere che l’intervento sia completato, è facile immaginare come per una azienda tale meccanismo comporti inevitabilmente gravose perdite. Del resto, un computer, un server inutilizzabile sono capaci di paralizzare spesso il lavoro di un intero settore, con danni importanti che si sommano alla somma necessaria alla riparazione. Sarebbe possibile riuscire a prevedere l’insorgere di un problema, in modo da intervenire prontamente ed evitare la classica dinamica dell’assistenza? La risposta è affermativa, ricorrendo ai sistemi di monitoraggio proattivo.

I sistemi di monitoraggio proattivo

Da intendere come un nuovo modo di fare assistenza tecnica, il monitoraggio proattivo non attende il verificarsi di un problema, ma attiva dei modus operandi che permettano ai dispositivi digitali di essere più longevi e capaci di offrire stabilità efficienza e performance maggiori. I sistemi di monitoraggio proattivo sono essenzialmente basati sull’azione di un agente installato sulla rete IT che comunica periodicamente ad un computer remoto una serie di parametri sul funzionamento della macchina, rendendola perennemente oggetto dell’assistenza; ciò permette anche di prevedere l’insorgere di un problema in tempi rapidissimi e provvedere di conseguenza.

0 Comments
Share
Servizi

Best cloud storage

best-cloud-storage

Il cloud storage per l’archiviazione dei dati

È sempre più diffuso l’utilizzo degli spazi di archiviazione online per salvaguardare documenti di lavoro importanti, ma anche materiale multimediale al quale ci si sente particolarmente legati, quale foto di vacanze o di momenti familiari: il salvataggio di tali file, oltre che nella memoria del computer o dello smartphone, anche su chiavette USB o su hard disk esterni, infatti, non preserva totalmente tali contenuti dal rischio di perderli accidentalmente a causa di un malfunzionamento accidentale o di un errore da parte dell’utente. Ricorrere al cloud storage, al contrario, consente ai documenti di essere archiviati per un arco di tempo che va ben oltre la normale vita di un disco o di un supporto ottico.

Le caratteristiche del cloud storage

Il cloud storage, ovvero la memorizzazione dei propri dati su un server virtuale, offre numerosi vantaggi che vanno ben oltre quelli di un backup effettuato su un dispositivo fisico. I contenuti memorizzati, ad esempio, sono immediatamente accessibili da qualsivoglia device connesso ad internet: è sufficiente, infatti, ricordare le proprie credenziali per poter recuperare, eliminare, modificare i file memorizzati senza la necessità di portare con sé hard disk o chiavette USB che potrebbero danneggiarsi o venire smarriti. E ciò, naturalmente, senza sacrificare la sicurezza: vi sono aziende come Tresorit che crittografano i file prima che essi siano caricati sul cloud, con una chiave in uso esclusivo al titolare.

Best cloud storage

Tante sono le aziende che offrono servizi di cloud storage, ma i più noti alla maggior parte degli utenti sono Google Drive, OneDrive, Dropbox, Mega e iCloud di Apple. Le principali differenze sono da ricercare, oltre che nello spazio di archiviazione gratis concesso al momento dell’iscrizione, in genere ammontante a pochi gigabyte, nella interfaccia utente e nei servizi complementari offerti. Per soluzioni Cloud Storage specifiche per aziende, può essere utile valutare i prodotti offerti da realtà competenti e specializzate, come ad esempio Reevo.

0 Comments
Share
apple-consultancy-network

Apple, nuovo protagonista delle aziende

Nella trasformazione digitale in atto, un ruolo preminente è giocato da Apple. E non potrebbe essere altrimenti: i prodotti del colosso informatico di Cupertino sono molto apprezzati dai clienti per prestazioni e velocità. Interessante è anche rilevare che il successo di Apple si sta allargando sempre più verso le aziende: sono in aumento, infatti, le imprese che stanno allargando le proprie reti IT ai dispositivi mobili targati Apple, con l’obiettivo di massimizzare i propri profitti. Ideare architetture complesse, capaci di integrare dispositivi diversi quali computer Mac, devices portatili e server, sviluppando infrastrutture ed app native Apple, è un lavoro complesso e necessita di personale esperto ed altamente specializzato.

Apple consultancy network

ACN, acronimo di Apple Consultancy Network, è una certificazione rilasciata dall’azienda di Cupertino ai propri partner per attestarne determinate competenze. Chi si affida ad un professionista della Apple Consultancy Network, sa di poter contare su un consulente che opera a livello territoriale in modo autonomo, ma che al contempo è capace di offrire assistenza, servizi e soluzioni IT innovative ed altamente performanti. Arka Service, azienda leader nel settore, può vantare l’appartenenza a tale rete specialistica ed una partnership preferenziale per Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta.

Un professionista esperto e competente

Entrare nell’Apple Consultancy Network vuol dire aumentare le proprie competenze e le proprie esperienze. Un consulente Apple ha, infatti, specifiche competenze atte non solo a fornire assistenza, a configurare o a procedere alla prima installazione di un dato dispositivo, ma è capace di declinare le potenzialità del mondo Apple a servizio della propria clientela, offrendo contenuti multimediali inediti ed ideando architetture ed infrastrutture in grado di supportare altri dispositivi. Si tratta dunque di un profilo professionale altamente specializzato e sempre più richiesto dalle aziende, capace di offrire supporto nella trasformazione digitale ed assistenza tecnica.

0 Comments
Share