Servizi

Gestione dispositivi mobili

gestione-dispositivi-mobili

La mobilità in azienda: un nuovo modo di lavorare

Il classico modo di lavorare in ufficio è destinato a profonde ed incisive trasformazioni: è questa una intuizione ovvia, se si pensa alle potenzialità offerte dai dispositivi mobili, come ad esempio gli smartphone ed i tablet, connessi ad internet o ad una rete locale. Sfruttare tali devices collegandoli tra loro per condividere file e progetti, o sincronizzando i vari contenuti multimediali tra i cellulari e i computer, non soltanto renderebbe il lavoro più semplice e condiviso, ma permetterebbe di accelerare notevolmente i processi di produzione, con un significativo risparmio di denaro e di energie.

L’importanza di una accorta gestione dei dispositivi mobili

Utilizzare smartphone e tablet, pianificando una accorta gestione dei dispositivi mobili, sta diventando velocemente una realtà per ogni azienda, sia essa di piccole dimensioni o molto articolata: sono molte, infatti, le piattaforme che offrono app e software specifici per permettere la condivisione di contenuti su più devices. Microsoft, ad esempio, ha introdotto alcune features integrate nel sistema operativo, scaricabili con i normali aggiornamenti, che sono sintomo di come l’interconnessione di dispositivi mobili sia sempre più un bisogno essenziale. Ciò, naturalmente, senza sacrificare la sicurezza, requisito irrinunciabile per preservare qualsiasi progetto importante per l’impresa, attraverso filtri, codici di autorizzazione, funzioni di emergenza attuabili da remoto.

Di cosa si occupa un mobility management

Migliorare la produttività senza ridurre i parametri di sicurezza: ecco la mission per chi si occupa di gestione dei dispositivi mobili. Un obiettivo che si concretizza in azioni strategie concrete e studiate preventivamente per creare una dashboard capace di monitorare i dati, di specificare il gruppo di utenti con cui condividere determinate informazioni, di gestire password e protocolli, di individuare devices sospetti; il tutto, naturalmente, unito ad una interfaccia semplice e alla possibilità di intervenire per risolvere eventuali problemi dati, ad esempio, dalla frequenza degli aggiornamenti o dalle diverse caratteristiche tecniche dei dispositivi connessi, che potrebbero risultare parzialmente incompatibili.

0 Comments
Share

Reply your comment:

Your email address will not be published. Required fields are marked *